Descrizione Progetto

Core
Import-Export frutta

Operatore di calibro, nel mercato dell’ortofrutta internazionale, importa ed esporta in 4 continenti ed ha sede operativa in Spagna
  • ANALISI DI SEGMENTO & MARKETING STRATEGY

  • STRATEGY & ART DIRECTION

  • MEDIA E FOTO

  • BRANDING

  • ADVERTISING

  • GRAFICA & ILLUSTRAZIONE

  • WEB & APP DESIGN

  • PACKAGING & UNBOXING EXPERIENCE

  • EDITORIA

La sfida
  • Riconoscibilità e segni distintivi
    senza snaturare il marchio acquisito

  • Declinabilità delle confezioni

  • Creazione di sotto-brand per categorizzare i prodotti

  • La frutta deve essere protagonista

Come abbiamo raggiunto gli obiettivi preposti
Il mercato dell’ortofrutta e della frutta in particolare è B2C oriented, quindi legato alle logiche di prezzo e di servizio più che ad una vera politica di immagine. questo perchè spesso l’immagine di azienda si ferma alle casse e non arriva sullo scaffale della GDO.
In questo caso la lungimiranza dell’imprenditore ci ha esortato a spingere sui prodotti di advertising POP (dal bollino, alla velina, passando per la cassetta) per poi utilizzare il marchio in maniera strategica e trasversale nelle altre categorie merceologiche. Per questo abbiamo dato risalto al marchio che è diventato centro comunicativo… ma non ci siamo limitati a questo

* a destra un immagine della comunicazione dell’azienda.

Abbiamo deciso di non toccare il marchio, vista la storicità acquisita, visto l’aspetto ancora attuale. Quindi abbiamo creato un caratterizzante esterno
Branding
Caratterizzare un logo esistente
Un caratterizzante che evochi il colore della frutta e sia applicabile alle confezioni, in modo che quando le casse sono impilate, il muro di colore faccia pensare: “È Frutina”
Branding
Declinare senza intaccare il brand

Frutina selection
una selezione di frutta maturata sull’albero
colore: argento

Frutina gourmet
Una selezione di frutta con alto indice Brix
colore: oro

Frutina bio
Frutta con certificazione Bio/organic
colore: verde

Packaging
Creare una serie di “fuoriserie”

Nel caso della confezione generica (in alto a destra) è la fascia di colore a fare da padrone, incorniciando il marchio Frutina.
Ed ecco che oltre la fascia di colore caratteristica, troviamo delle indicazione di colore in base al contenuto della confezione. Che sia in legno o sia in cartone la confezione mostra l’egida di Frutina.

Branding
Aggiungendo
un Valore Aggiunto

Il Mood
Il verde, gli alberi carichi di frutta, l’elemento naturale, nessun elemento umano solo frutta e natura.

Il messaggio
Vincere la diffidenza e far capire che non tutti i prodotti maturano nelle stive delle navi…alcuni prodotti maturano sull’albero
Branding
Minimale al Massimo,
Funzionalmente estetico

Il naming
Laddove necessario l’utilizzo di un Brand differente… ecco un nuovo naming.
È importante che la musicalità evochi la frutta, perchè no, rimandi a Frutina.

Il packaging
In questo caso un caratterizzante del lettering diventa pattern e strumento di identità per il packaging
Branding
Tipico ed
anticonvenzionale

Il naming
Martina, la personificazione del brand. Un nome proprio che in questo caso rappresenta anche un omaggio molto personale.

Il logotipo
Abbiamo disegnato una ragazza dai tratti iberici L’elemento della coroncina è diventato il caratterizzante per creare i pattern caratteristici del pack
Editoria: Company Profile
Parliamo di numeri
…e non solo

I contenuti
Un manuale d’uso dell’azienda con le stagionalità e i numeri

I materiali
L’utilizzo di una carta texturizzata come una buccia d’arancia.
Il Web

Creato sul desktop ma pensato per il mobile, il sito scorre e fornisce contenuti in successione.

Il Canovaccio
Se ben fatta, la company profile diventa un ottimo “runner” per la creazione del sito internet. Per le aziende internazionali la sovrapposizione della company con il sito web è comoda e premiante.

L’usabilità
Declinare un company Profile sul Web per renderla fruibile