Qual è il vero potere del percepito?

Per definizione la forza del percepito sta dietro una logica di acquisizione immediata dei valori di un prodotto o servizio.

Potremmo mettere a paragone due prodotti con lo stesso contenuto ma con due packaging diversi: uno più esplicativo, studiato ed esteticamente gradevole; l’altro più scarno di informazioni, poco elaborato e meno gradevole (anche solo perché datato).

Perché non riportare questo esempio alla ristorazione definendo il locale come “l’incarto” di un più ampio concetto di servizio? In fondo tutti possono dire di fare una buona pizza, ma come far capire la differenza prima di assaggiarla.

In tal senso ci sembra interessante il parallelismo che abbiamo fatto nel restyling della ormai arcinota Pizzeria in teglia alla romana ORSINI PIZZA a San Benedetto del Tronto.
È noto che il prodotto della pizzeria Orsini è di un livello non comune, all’interno il maestro Giancarlo Orsini è riconosciuto al livello nazionale, ma prima del restyling queste informazioni non erano state messe in evidenza.
Così insieme ai proprietari abbiamo iniziato un percorso di rinnovo che è partito dal provare il suo prodotto e farci raccontare la loro storia scoprendo l‘amore e la passione che mettono nelle loro pizze e l’altissima conoscenza tecnica delle materie prime, che rendono le loro specialità davvero uniche.

Dopo questo ci siamo buttati a capofitto sulla progettazione partendo dal locale, passando per il logo e l’immagine coordinata, il tutto divulgato attraverso i canali social con delle foto di food professionale, anch’esse da noi realizzate.

Facile a dirsi…

A monte di tutto questo c’è infatti una progettazione di base che per noi è consistita in 3 punti imprescindibili:

  1. Selezionare un leitmotiv – per creare coerenza
  2. Mostrare il prodotto – per raccontare la verità
  3. Creare empatia – per coinvolgere

1. Selezionare un leitmotiv – Per creare coerenza

La pizza di Orsini Pizza per come è realizzata (materie prime di eccellenza, un complesso processo e oltre 72 ore di maturazione dell’impasto) soddisfa tutti i sensi.
Il crunch per l’udito, l’odore, il tatto e naturalmente la vista ed il gusto. Perciò abbiamo creato un binomio di colore Avana (l’impasto della pizza) e nero (il colore della teglia) che rendesse l’immagine del locale caldo ma elegante ed abbiamo adeguatamente tappezzato con un pattern che indicasse i cinque sensi l’esterno del locale, i soffitti, le confezioni e quant’altro.
Il payoff “piacere, in tutti i sensi” ha una doppia valenza: quella di presentarsi nuovamente alla città e quella di giocare con la parola “piacere”.

2. Mostrare il prodotto raccontando la verità

Abbiamo realizzato e realizziamo periodicamente degli shooting fotografici professionali per mostrare il prodotto al pubblico attraverso i canali social. Sui nostri scatti mettiamo in risalto i plus delle loro pizze mettendo il Focus sulla materia prima, sull’impasto e sulla lunga maturazione, il tutto per far venire a chi le vede… l’acquolina in bocca.

3. Creare empatia per coinvolgere

Ultimo ma non meno importante, il desiderio di mettere in primo piano la proprietà che si è messa in gioco e con noi ha cercato di spiegare i valori aggiunti del prodotto e del loro fare.
Oggi Giancarlo e Antonina sono diventati due personaggi noti tra i follower ed il bello è che quando vai in pizzeria li puoi trovare lì, rendendo ancora più reale la tua esperienza.

Perciò…

Qual’è il vero potere del percepito?

La pizza è rimasta lo stesso ottimo prodotto di sempre, ma con un ottimo modo di comunicarlo avvicina più clienti e rende la sua pizza non solo buona… ma unica!

I risultati sono stati immediati, chiedete a Giancarlo e Antonina e mi raccomando provate la loro pizza con la mortadella stracciatella e granelle di pistacchio di Bronte e scoprirete come risvegliare tutti i vostri sensi!

Guarda la case history Orsini Pizza completa

CONTATTACI!

Idee di Marca è l’agenzia che ti aiuterà, grazie al Team di professionisti, a rendere unico e memorabile il tuo Brand!
Scrivici

CONDIVIDI

POTREBBERO INTERESSARTI
Torna al Blog